English (UK)Francaise (FR)Deutsch (DE)Español (ES)

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Home News Ultime notizie Mr savethewall "it's an icon“

OSTELLO

posti letto | 83
accesso disabili |
sala soggiorno con TV
aria condizionata |
apertura | tutto l'anno
orari | 24h/24h
bancomat e carte |
bus | linee n.7 e 2
stazione | 1,8 km
aeroporto | 4,5 km
autostrada | 1,5 km

PERNOTTAMENTO

camera 2+1
camera 3
camera 4
camera 5/6
camera famiglia

SERVIZI EXTRA

colazione
catering per gruppi
internet point
wi-fi gratuita!
lavanderia self-service

Mr savethewall "it's an icon“

PDF Stampa E-mail
Venerdì 04 Aprile 2014 09:53

A Parma, la doppia personale di Mr. Savethewall, definito il nuovo "Banksy italiano", che in poco tempo ha conquistato il panorama dell'arte contemporanea. Dopo varie incursioni in diverse città italiane che, a partire da Como, lo hanno portato agli onori della cronaca, ora l'artista che "realizza idee" con la tecnica dello stencil approda a Parma, assieme a tre lavori inediti appositamente pensati per scuotere le menti dei benpensanti.

Dopo il successo della recente esposizione a Como, Mr. Savethewall presenta a Parma il progetto artistico "It's an icon", a cura di Chiara Canali, doppia personale appositamente studiata per gli spazi espositivi di Tpalazzo e delle Malve, realizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale Art Company e Wall Sharing.

MOSTRA "It's an icon"

Per la mostra "It's an icon" a Parma, l'artista ha realizzato tre opere inedite pensate per scuotere le coscienze dei parmigiani e degli italiani in generale.

Dal repertorio dell'iconografia storico-artistica ha prelevato l'immagine della Madonna dal collo lungo del Parmigianino che, anziché tenere in grembo il Bambino, sorregge amabilmente un prosciutto crudo di Parma. Come Parmigianino con quest'icona intendeva creare qualcosa di nuovo e inaspettato, così Mr. Savethewall celebra un omaggio sottile e imprevedibile alla Food Valley e ai suoi prodotti, rimarcando questo aspetto con lo slogan "Oh… my Good".

Il mondo dell'imprenditoria italiana viene analizzato con l'opera "Chelavòòòr" che, a pochi giorni dalla condanna definitiva di Calisto Tanzi, rappresenta con una minzione la parabola negativa del manager che ha portato al crac della Parmalat per bancarotta fraudolenta.

Infine, con le opere La famiglia del Mulino Bianco non esiste e La famiglia del Mulino Bianco esiste Mr. Savethewall indaga lo stereotipo della famiglia perfetta veicolato dall'immaginario delle pubblicità Barilla e lo riconfigura in veste trasgressiva e anticonformista.

NOTA BIOGRAFICA

Mr. Savethewall è un artista di origini comasche che utilizza la tecnica dello stencil per realizzare opere pittoriche su supporti semplici o di largo consumo, come cartone, legno, metallo o materiali di riciclo. La sua è un'arte di disturbo che suggerisce idee e messaggi ironici, provocatori e dissacranti nei confronti di tematiche sociali, politiche e della più scottante attualità.

Tra le prime azioni di disordinazione urbana, si è aggirato nelle strade di Como attaccando manifesti con la sagoma di una bomboletta spray e la scritta: "Caro imbrattamuri, se fosse arte la compreremmo, e invece dovremo pagare per cancellarla" per denunciare il degrado della città e dei suoi muri. Come recita il suo pseudonimo, Mr. Savethewall ("Mr. Salva il muro") non dipinge sui muri ma li rispetta e li "salva" fissando le sue opere temporaneamente, con quattro pezzi di nastro adesivo agli angoli. I primi lavori, attaccati ai muri pubblici di Como, sono stati staccati dai passanti e portati a incorniciare, destando l'interesse del sistema dell'arte che ha cominciato a invitarlo in gallerie d'arte e spazi pubblici.

Tra le più recenti collaborazioni, quella con Riva1920 che ha scelto una sua opera per rappresentare lo slogan di Brianza Design al Salone del Mobile e quella con il Festival della lettura di Ivrea, "La grande invasione", di cui ha rivisitato il logo utilizzato nell'edizione 2014. L'originalità del suo percorso artistico è stato illustrato nelle pagine delle riviste Millionaire e Pubblicità Italia mentre alcune immagini delle sue opere sono state pubblicate sul sito Italians di Beppe Severgnini.

 

CIBUS 2014

La mostra "It's an icon" di Mr. Savethewall è inserita nel programma CIBUSLand, un progetto che valorizza Parma e le iniziative in atto in tutta la città durante CIBUS 2014, e fa parte dell'iniziativa LAT - Love approach together 3.0, un format di eventi spontanei e solidali, organizzato dall'Associazione CulturaleMade in Art, insieme ad altre realtà private e associative di Parma. L'edizione 2014 Can food be art è dedicata a CIBUSLand e vuole focalizzare l'attenzione sul rapporto fra arte e cibo.

Mr. Savethewall

It's an icon

A cura di Chiara Canali

Dal 5 aprile all'8 maggio 2014

Parma

Tpalazzo, Palazzo Dalla Rosa Prati, Strada al Duomo, 7, Parma

Inaugurazione sabato 5 Aprile, dalle ore 18.00

Le Malve, Strada Farini 12/b, Parma

Inaugurazione sabato 5 Aprile, dalle ore 20.00

Ingresso libero

Ufficio stampa Manzoni 22

Camilla Palma e Noemi Colombo

email:    Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

email:    Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

tel: 031 303492

www.manzoni22.it

 

Palazzo Dalla Rosa Prati

Strada al Duomo 7, 43121 Parma

www.temporarypalazzo.it

   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Orari: lun, mart, merc, dom 8.00-20.00

Venerdì e sabato 8.00-21.00

Giovedì 8.00-15.00

Potrebbe interessarti:  http://www.parmatoday.it/eventi/mr-savethewall-it-s-an-icon-mostra.html
Seguici su Facebook:  http://www.facebook.com/ParmaToday
 

Usiamo i cookie per migliorare il nostro sito e la tua esperienza su di esso. I cookie necessari per le operazioni essenziali sono già stati installati, a norma di legge. Per avere ulteriori informazioni sui cookie che usiamo e come rimuoverli, leggi la nostra Cookie Policy.

Accetti i cookie da questo sito?

Leggi la Direttiva Europea sulla e-Privacy