English (UK)Francaise (FR)Deutsch (DE)Español (ES)

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Home News Ultime notizie Shakespeare come vi piace

OSTELLO

posti letto | 83
accesso disabili |
sala soggiorno con TV
aria condizionata |
apertura | tutto l'anno
orari | 24h/24h
bancomat e carte |
bus | linee n.7 e 2
stazione | 1,8 km
aeroporto | 4,5 km
autostrada | 1,5 km

PERNOTTAMENTO

camera 2+1
camera 3
camera 4
camera 5/6
camera famiglia

SERVIZI EXTRA

colazione
catering per gruppi
internet point
wi-fi gratuita!
lavanderia self-service

Shakespeare come vi piace

PDF Stampa E-mail
Mercoledì 16 Novembre 2016 08:39

In occasione dei quattrocento anni dalla morte di William Shakespeare, il più grande uomo di teatro di ogni tempo, Fondazione Teatro Due, in collaborazione con l'€™Associazione Amici del Teatro Due, propone alla città un percorso di conoscenza e approfondimento dell€'arte del grande uomo di teatro

, autore che più di ogni altro segnò la storia del teatro elisabettiano e non solo. Shakespeare come vi piace è un percorso che prenderà  la forma dialogica di conversazione, contrappuntata da interventi attorali e musicali, in nove appuntamenti: gli incontri sono curati e condotti dal traduttore, saggista e docente universitario Luca Fontana e si svolgeranno a Teatro Due tutti i mercoledì dalle ore 18.00, dal 19 ottobre al 14 dicembre 2016. Focalizzandosi ogni volta su una tematica o un titolo cruciali nella storia artistica del €œCigno dell€'Avon€, gli incontri metteranno in luce quanto sia determinante una buona regia contemporanea per apprezzare nella sua pienezza l'opera shakesperiana.

Nel primo appuntamento del 19 ottobre, dal titolo Uno specchio offerto alla natura verranno sfatati tutti i cliché¨: chi era William Shakespeare? Un uomo, una ditta, un corpus d'opere soggette all'accanimento interpretativo della critica accademica, o la più meravigliosa raccolta di copioni pronti all'uso vivo anche dopo 400? L'€™incontro del 26 ottobre Questo "piccolo Zero di legno" sarà  un'€™incursione nelle pratiche teatrali dell'€™epoca in cui Shakespeare, autore, attore e €œimpresario†teatrale, viveva e operava, a partire dallo studio dello spazio teatrale e delle convenzioni rappresentative del tempo.

Ad Amleto, e all'appropriazione che il romanticismo fece dei testi shakespeariani, verrà  dedicato l’incontro del 2 novembre Il "pallido prence danese", mentre il 9 novembre La "lamentosissima farsa" parlerà  della commedia perfetta, in cui si concentrano tutti gli aspetti della comicità  in Shakespeare ossia ironia, parodia, assurdo e gioiosa liberazione degli istinti: Il Sogno della prima notte d'estate.

Il 16 novembre in Un "pugnale della mente" verranno investigati i tratti fondamentali della più breve fra le tragedie shakespeariane: Macbeth con anche l’aiuto delle riscritture, prima fra tutte quella verdiana, la migliore traduzione-acclimatazione di un testo di Shakespeare in italiano.

La vitalità  giocosa, sensuale e malinconica di Falstaff, perfettamente incarnato secoli dopo nell'€™attore Orson Welles, sarà  l'€™oggetto di Campane a mezzanotte, l'€™incontro del 23 novembre, mentre il 30 novembre in Viale del tramonto si parlerà  di Antonio e Cleopatra, o la teatralità  del potere.

Il piccolo anti-romanzo amoroso Troilo e Cressida in cui vengono desublimati gli ideali guerreschi ed eroici della classicità  sarà  raccontato in Guerra e libidine il 7 dicembre, mentre nell’ultimo incontro del 14 dicembre 2016 Cosa siamo noi per Ecuba o Ecuba per noi? si cercherà  di capire se siamo degni di Shakespeare, se, nostro contemporaneo, o nostro antenato che sia, il suo teatro ci parla ancora e se siamo noi il pubblico di cui ha bisogno.

Ingresso a ogni incontro Euro 3.00. Informazioni e biglietteria: Tel 0521/230242 – Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.teatrodue.org

 

Usiamo i cookie per migliorare il nostro sito e la tua esperienza su di esso. I cookie necessari per le operazioni essenziali sono già stati installati, a norma di legge. Per avere ulteriori informazioni sui cookie che usiamo e come rimuoverli, leggi la nostra Cookie Policy.

Accetti i cookie da questo sito?

Leggi la Direttiva Europea sulla e-Privacy